Da | 13 Agosto 2018

r6_live_y3s3_img_main-keyart_332305

La nuova espansione di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, ovvero Operazione Grim Sky, si appresta ad arrivare sulle nostre piattaforme, e le notizie a riguardo continuano a trapelare.

Ubisoft avrebbe infatti dato informazioni riguardanti i due nuovi operatori che verranno introdotti nell’espansione del loro titolo, in particolare di Morowa “Clash” Evans; nuovi dettagli sostengono infatti che si tratterebbe di un agente difensivo, principalmente legata alle strategie di controllo della folla. Al momento però non ci è dato sapere di più, di conseguenza nemmeno riguardo la sua dotazione in combattimento, dettaglio pressoché fondamentale per ogni giocatore. Operazione Grim Sky includerà anche una rivisitazione della mappa Base di Hereford.

La rivisitazione della mappa Base di Hereford include il meteo dinamico (con la possibilità che si metta a piovere), oltre a una serie di modifiche strutturali pensate per renderla più adatta al gioco competitivo.

Nel teaser mostrato ieri, che potrete trovare in calce, si può intuire qualcosa: Clash sembra infatti utilizzare uno scudo particolarmente inconsueto, dotato di un dispositivo elettronico posto nella sua parte frontale. Più di questo però non ci è dato sapere, lasciando un alone di mistero sui suoi possibili utilizzi, sebbene il primo pensiero a riguardo ricada sullo stordire o respingere i nemici.

In merito al personaggio, il blog ufficiale di Rainbow Six ci offre un interessante estratto della biografia di Clash, operatrice britannica:

“Nata e cresciuta a Londra, è un’agente tenace che ha prestato servizio nel Territorial Support Group ed è stata in prima linea durante le rivolte di Londra del 2011. Si è guadagnata un posto nello Specialist Firearms Command (SCO19) diventando famosa in tutto il Metropolitan Police Services (MPS) di Londra.

È esperta nell’elaborare strategie antisommossa e ha ricevuto persino il permesso di partecipare alle riunioni del Gold Command, guadagnandosi poi il grado di agente investigativo. La sua esperienza, il suo impeccabile stato di servizio e la sua tenacia sul lavoro le hanno fatto guadagnare punti agli occhi del Rainbow Six”.

Come specificano gli stessi sviluppatori, il particolare scudo EC di Clash (scudo antisommossa per l’elettrocontrollo) nasce dall’incontro dei Black Mirror di Mira e il drone stordente di Twitch: un enorme barriera che non solo proteggerà l’operatrice dal fuoco nemico, ma gli consentirà anche di emettere delle scariche elettrice, con il probabile intento di rallentare gli avversari e – eventualmente – infliggere una lieve quantità di danni.

Sarà molto interessante vedere come si comporterà questo difensore nel futuro meta del gioco, quando Operation Grim Sky verrà ufficialmente introdotta nei server di Rainbow Six Siege. Ricordiamo che la nuova stagione vedrà anche l’arrivo di un Operatore d’attacco, uno statunitense equipaggiato – a quanto pare – con una fiamma ossidrica.

Visitate il canale Twitch di Rainbow Six il 17-19 agosto per scoprire tutto su Operazione Grim Sky durante il primo Six Major a Parigi.

Se su Clash abbiamo qualche dettaglio, l’altro operatore è tutt’oggi un mistero, che però sarà presto svelato, in quanto in occasione della Six Major Paris, ovvero la competizione mondiale dei sedici migliori team di tutto Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, attualmente in corso (13-19 agosto 2018) verrà annunciato ufficialmente anch’esso.

Shortlink: https://wp.me/p8RedI-Q7